Energia – Venditori / Grossisti

VENDITORI – GROSSISTI


Indirizzi PEC
Lo scambio di informazioni con i venditori avviene tramite posta certificata (PEC).
In particolare:

Pompe di Calore
In merito alla sperimentazione tariffaria rivolta ai clienti domestici in BT che utilizzano le Pompe di Calore ai sensi della delibera AEEG 205/2014/R/eel, l’indirizzo PEC abilitato è il seguente:
asmternispa.contratti@legalmail.it.

Top page


Preventivi – Preventivi rapidi
In base alle vigenti disposizioni, le richieste di nuove connessioni o modifiche di connessioni esistenti in bassa tensione correlate ai contratti di somministrazione di energia elettrica devono essere richieste tramite una Società di vendita. Per alcune di queste prestazioni quali, ad esempio, il cambio della titolarità contrattuale di una fornitura di energia elettrica, aumenti o diminuzioni di potenza, gli importi da corrispondere vengono determinati automaticamente sulla base di parametri definiti dalle delibere dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas. Per queste tipologie di prestazione può non essere applicata la fase di preventivazione normalmente necessaria, riducendo così i tempi di attesa per il cliente. In tali casi la Società di Vendita è in grado di comunicare direttamente al cliente richiedente:

  • l’importo a suo carico;
  • i tempi di norma necessari per ottenere la prestazione, salvo taluni casi particolari.

In linea generale Asm Terni S.p.A. considera preaccettate tutte le richieste di prestazione riferite alle seguenti tipologie:

  1. Variazione contrattuale o voltura a parità di condizioni di fornitura;
  2. Avvio dell’alimentazione per una singola fornitura (ordinaria o temporanea) precedentemente disattivo a parità di condizioni;
  3. Avvio dell’alimentazione per una singola fornitura monofase (ordinaria o temporanea) con potenza disponibile prima e dopo l’attivazione entro i 6,6 kW;
  4. Avvio dell’alimentazione per una singola fornitura trifase ordinaria con potenza disponibile prima e dopo l’attivazione entro i 33 kW o temporanea con potenza disponibile prima e dopo l’attivazione entro i 40 kW;
  5. Aumento o diminuzione di potenza per una singola fornitura monofase (ordinaria o temporanea) con potenza disponibile prima e dopo la variazione entro i 6,6 kW;
  6. Aumento o diminuzione di potenza per una singola fornitura trifase ordinaria con potenza disponibile prima e dopo la variazione entro i 33 kW o temporanea con potenza disponibile prima e dopo la variazione entro i 40 kW;
  7. Spostamenti gruppi di misura entro metri 10;
  8. Richieste di verifica del corretto funzionamento del gruppo di misura;
  9. Richieste di verifica della tensione di alimentazione.

Per le altre tipologie di richieste di prestazione verranno trattate singolarmente da Asm Terni S.p.A. con emissione del preventivo. Tutti i contributi sono calcolati ai sensi delle disposizioni emanate dall’AEEG.

Top page


Utenze non disalimentabili
Con riferimento all’oggetto, la delibera ARG/elt 4/08 art. 18.2 prevede che l’impresa distributrice predispone e aggiorna un elenco dei clienti finali non disalimentabili contenente il POD (point of delivery-punto di consegna) e al P.Iva/C.F. di ciascun POD. L’art. 18.1 stabilisce che le utenze non disalimentabili sono quelle che appartengono alle seguenti categorie:

  • Clienti ai quali è stato riconosciuto la compensazione della spesa per la fornitura di energia elettrica per disagio fisico ( del. 117/08 ).
  • I clienti per i quali , fino a quando sono rimasti serviti dall’impresa distributrice, non era s tata prevista la sospensione della fornitura per la funzione di pubblica utilità svolta.

Elenco “punti presa” utenze non disalimentabili

Top page


Contratti di Trasporto
Moduli e documentazione di riferimento:
Condizioni generali di Trasporto
Servizio di Trasporto dell’Energia Elettrica su rete di distribuzione.
Contratto di Trasporto
Servizio di trasporto dell’energia elettrica su rete di distribuzione stipulato dal Grossista o da altro mandatario per conto dei clienti finali del mercato libero o produttori.

Top page


PESSE – Piano di Emergenza per la Sicurezza del Sistema Elettrico nazionale
Il Piano di Emergenza per la Sicurezza del Sistema Elettrico nazionale è stato istituito con Deliberazione del CIPE del 06/11/79 per far fronte ad eventuali situazioni in cui la complessiva richiesta nazionale di energia elettrica superi la capacità di offerta. In questi casi, con l’applicazione del PESSE vengono disattivate in maniera selettiva e programmata un certo numero di linee elettriche, in modo da ricondurre i prelievi complessivi di energia entro il livello di disponibilità della rete nazionale, evitando in tal modo che si verifichino black-out estesi ed incontrollati. Sono escluse da questi distacchi le utenze “privilegiate” indicate al comma 3 della citata Deliberazione CIPE. L’eventuale applicazione del PESSE è comandata dal GRTN (Gestore della Rete di Trasporto Nazionale) e può coinvolgere parti qualsiasi più o meno estese del territorio italiano, quindi anche il Comune di Terni. Ove sia prevedibile l’avvicinarsi di un periodo di possibile emergenza, il GRTN e le singole imprese distributrici presenti sul territorio (per Terni, ASM Terni S.p.A.) diffonderanno informazioni circa lo stato di allerta ed il suo evolversi; sono peraltro possibili situazioni in cui si debba ricorrere all’applicazione del PESSE senza possibilità di preallarme. Nell’ambito del Comune di Terni, per conoscere se la propria utenza è a rischio di eventuale distacco dell’alimentazione elettrica occorre procedere così:
– Inserire il proprio codice POD e rilevare a quale Gruppo è stato assegnato
– Individuare nelle tabelle le fasce orarie a possibile rischio di distacco dell’alimentazione elettrica in relazione ai giorni della settimana e al periodo dell’anno (Invernale/Estivo).
N.B.: Si segnala inoltre che la continuità di alimentazione non può essere garantita, in assoluto, per nessuna categoria di utenza anche a causa di problemi tecnici non prevedibili quali, principalmente, i guasti sulla rete elettrica. In particolare, le utenze Privilegiate hanno soltanto una minore probabilità di restare senza fornitura di elettricità. Pertanto, tutte le utenze, ove risulti oltremodo dannosa l’assenza di alimentazione elettrica, sono invitate ad equipaggiarsi, a loro cura, con gruppi di continuità in grado di alimentare i propri carichi per alcune ore.

Inserire il proprio codice POD nel campo Search




Tabella periodo invernale
Tabella periodo estivo

Top page


Informazioni Utili
Codice Ditta Officina – Agenzia delle Entrate
Codice Ditta Officina (documento)

Top page