Politica della Sicurezza

La Direzione Aziendale di ASM Terni S.p.A. si propone di mettere a disposizione risorse organizzative, strumentali ed economiche, appropriate alla natura e alla misura dei rischi inerenti la SSLL dell’organizzazione, con l’obiettivo di migliorare la salute e sicurezza dei lavoratori sul luogo di lavoro.
Affinché tali obiettivi vengano raggiunti, la Direzione si impegna ad attivare un Sistema di Gestione della Sicurezza e Salute sul luogo di lavoro (SGSSL), come parte integrante della propria organizzazione lavorativa e come impegno alla prevenzione delle lesioni e della cattiva salute, e al miglioramento continuo della gestione e delle prestazioni in tema di SSLL, che comprenda tutto il campo di applicazione in cui opera l’azienda.

La Direzione si impegna ad affrontare gli aspetti della sicurezza di tutte le attività aziendali esistenti e la programmazione futura, come aspetti rilevanti della propria attività.

Si impegna inoltre, ad organizzare tutta la struttura aziendale, dal Datore di Lavoro, Dirigenti, Preposti, Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP), Responsabile del Sistema di gestione per la sicurezza (RSGS), addetti del SPP (ASPP), Medico Competente (MC), Rappresentanti dei Lavorati per la Sicurezza (RLS), addetti alla sicurezza, lavoratori dipendenti, in modo tale che tutti siano partecipino, secondo le proprie responsabilità e competenze, per raggiungere gli obiettivi di sicurezza assegnati.

La Direzione Aziendale si impegna affinché:

  • Sia considerato una priorità il rispetto della LEGISLAZIONE VIGENTE, regolamenti ed accordi ad essi correlabili, in materia di sicurezza e salute sul lavoro;
  • L’INFORMAZIONE SUI RISCHI aziendali sia diffusa a tutti i lavoratori;
    La FORMAZIONE degli stessi sia effettuata ed aggiornata con specifico riferimento alla mansione svolta;
  • Sia garantita la consultazione dei lavoratori, anche attraverso il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, in merito agli aspetti della sicurezza e salute sul lavoro;
  • Tutti i lavoratori siano formati, informati e sensibilizzati per svolgere i COMPITI loro assegnati in materia di sicurezza;
  • Si fornisca una adeguata informazione sui rischi esistenti a tutti i soggetti terzi che abbiano rapporti professionali con l’organizzazione;
  • La struttura aziendale partecipi, secondo le proprie attribuzioni e competenze, al RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI di sicurezza assegnati, come definiti nel Piano di miglioramento;
  • La progettazione delle macchine, gli impianti e le attrezzature, i luoghi di lavoro, i metodi operativi e gli aspetti organizzativi siano realizzati in modo da salvaguardare la SALUTE dei lavoratori, i terzi e la comunità in cui l’azienda opera;
  • Si faccia fronte con rapidità ed efficacia a NECESSITÀ emergenti nel corso delle attività lavorative o ogni qualvolta si individuano o definiscono nuove attività o si riesaminino quelle esistenti;
  • Siano promosse la COOPERAZIONE tra le varie risorse aziendali, la COLLABORAZIONE con le organizzazioni ed Enti esterni preposti;
  • Siano privilegiate le azioni preventive e le indagini interne a tutela della sicurezza e salute dei lavoratori, in modo da RIDURRE significativamente le probabilità di accadimento di INCIDENTI, INFORTUNI o altre non conformità;
  • Siano riesaminati periodicamente la Politica, gli Obiettivi e l’attuazione del SGSL allo scopo di ottenere un miglioramento continuo del livello di sicurezza e salute sul lavoro in azienda.