La mobilità elettrica viaggia in Umbria

Icona_ASM

loghi_enti

Inaugurata la rete umbra di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici.  Il circuito a zero emissioni collega tra loro 15 città d’arte.

Perugia, 17 settembre 2014
Il Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, il Responsabile Enel Infrastrutture e Reti Centro Italia Gianluigi Fioriti, il Presidente di ASM Terni Carlo Ottone, insieme all’Assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Silvano Rometti, al Sindaco del Comune di Perugia Andrea Romizi, al Sindaco e all’Assessore all’ambiente del Comune di Terni Leopoldo Di Girolamo ed Emilio Giachetti, hanno inaugurato questa mattina a Palazzo Donini, sede della Regione, la rete di ricarica per veicoli elettrici installata in 15 città d’arte dell’Umbria.
A un anno di distanza dalla firma del Protocollo d’Intesa tra Regione Umbria, Enel, ASM Terni e i Comuni coinvolti, si realizza il progetto di dotare la regione di una rete di ricarica diffusa al servizio dei cittadini e dei numerosi turisti che la visitano.
A questo scopo Enel e ASM-Terni hanno adottato lo stesso sistema di ricarica (a tecnologia Enel): le infrastrutture dei due Distributori sono perfettamente interoperabili con grande vantaggio dei cittadini che possono ricaricare sulle une e sulle altre con un’unica card senza costi aggiuntivi.
L’inaugurazione della nuova rete di ricarica umbra è iniziata oggi proprio dai due capoluoghi: dalla colonnina Enel di Piazza Italia, a cui si aggiunge una nuova infrastruttura in Borgo XX Giugno, è partito il corteo di auto elettriche, con a bordo i rappresentanti istituzionali, che ha raggiunto Terni dopo un viaggio di 80 chilometri, per approdare all’ infrastruttura di ricarica ASM in via Guglielmi.
Nei prossimi giorni si procederà con l’inaugurazione dei punti di ricarica negli altri Comuni firmatari del progetto: Gubbio, Gualdo Tadino, Foligno, Spoleto, Cascia, Norcia, Marsciano, Narni, Castiglione del Lago, Città di Castello, Todi, Orvieto e Assisi. Il tour della mobilità elettrica si concluderà il 2 ottobre ad Assisi.
La Regione Umbria è diventata così la seconda regione italiana, dopo l’Emilia Romagna, ad avere un progetto di mobilità elettrica interoperabile su scala regionale. Grazie a una distanza media di 40 km tra un Comune e l’altro, perfettamente compatibile con l’autonomia dei veicoli elettrici oggi in circolazione, la rete di infrastrutture di ricarica sarà in grado di supportare tutti gli spostamenti intercomunali, rendendo “green” i percorsi turistici e culturali lungo la rete viaria regionale.
Inoltre, per i cittadini o i visitatori sarà possibile ricaricare i loro veicoli anche nelle regioni vicine grazie all’adozione della medesima tecnologia da parte dei distributori Hera, Iren (Emilia Romagna), Acea (Roma) e A2A (Milano).
Sul sito www.eneldrive.it è possibile individuare l’esatta posizione delle colonnine presenti in città e in Italia. Un’apposita applicazione per smartphone fornisce la posizione e la distanza della colonnina rispetto alla posizione del proprio mezzo elettrico.
L’innovazione tecnologica del sistema di ricarica di Enel Distribuzione si basa su infrastrutture di ricarica, sia pubbliche che domestiche, dotate al loro interno di un contatore elettronico, e su un sistema di gestione da remoto che consente di offrire agli eco-automobilisti servizi evoluti e la possibilità di ricaricare i loro veicoli in modo semplice, conveniente e sicuro. Per la progettazione e la realizzazione dell’infrastruttura di ricarica, Enel si è basata sulla tecnologia della sua rete: oltre 36 milioni di contatori elettronici installati nelle case degli italiani e all’estero. I contatori teleletti e telegestiti da Enel costituiscono un sistema attualmente unico al mondo, che consente di effettuare, da remoto, una serie di operazioni prima gestite solamente in presenza di un operatore.

Leggi il comunicato stampa

foto_1_hp_logo